Cerca English (United States)  Italiano (Italia)
mercoledì 20 marzo 2019 ..:: Madonna dell'Altomare ::.. Registrazione  Login
 MENU Riduci

 Stampa   
 Media Riduci

 Stampa   
 CSV Salento Riduci

Progetto Realizzato
con fondi Protocollo di Intesa
Fondazioni Bancarie e
Volontariato -
BANDO Perequazione 2008
CSV Salento


 Stampa   
 LINKS Riduci

 Stampa   
 5 SETTEMBRE 2010: UNA PROCESSIONE PER TUTTI Riduci

Si è svolta ad Otranto, il giorno 5 settembre 2010, a conclusione delle festività religiose e civili durate tre giorni, la processione in onore della Madonna dell’Altomare.

Si tratta di una festività centrale per la vita spirituale del popolo otrantino, fortemente sentita in tutto il Salento, poiché rispecchia, nel suo significato, l’anima accogliente della nostra terra e del nostro mare, fonte di sostentamento per molti, non solo grazie alla pesca, ma anche al turismo e al commercio.
Dato che, molto spesso, la partecipazione ad eventi religiosi come questo, comporta numerosi sacrifici da parte delle persone diversamente abili, anziane o con problemi di deambulazione, sono state programmate, in occasione di questa festività, alcune piccole ma importanti azioni, ai fini di migliorarne l’accessibilità. Le azioni, rientranti nel progetto Sicuramente Eco-Parco, sono state coordinate dall’Associazione di volontariato Misericordia Onlus.

Ai fini di permettere la partecipazione alla SS. Messa officiata da S.E. Mons. Donato Negro, Arcivescovo di Otranto, i fedeli in difficoltà sono stati accompagnati, con i mezzi della Misericordia, sul piazzale antistante la Cappella della Madonna dell’Altomare, di fronte all’altare, dove era stata loro riservata un’area per sedersi. 

Al termine della celebrazione liturgica, la statua della Madonna dell’Altomare è stata trasportata su un peschereccio che è partito, insieme alle barche dei pescatori e dell’Associazione Marinai d’Italia, in una suggestiva processione in mare.

Ai fedeli diversamente abili che volevano assistervi, è stato riservato un posto privilegiato nel Porto di Otranto. Da lì, a pochi passi, hanno potuto veder scendere la statua della Madonna alla banchina del “fascio”.
Durante la processione è stata gettata in mare una corona d’alloro alla memoria di quanti, in esso, vi hanno lasciato la vita.

Dal porto, la processione è tornata alla Cappella, dove ha avuto luogo la solenne benedizione del mare.
E’ stato un successo e sono stati numerosi i fedeli che hanno ringraziato i volontari della Misericordia  per l’attenzione avuta nei loro confronti. Inoltre, è da evidenziare che molti di loro metteranno in atto un passaparola positivo sul fatto che, ad Otranto, le persone con difficoltà motorie non sono svantaggiate, anzi hanno un posto in prima fila. L’azione dei volontari è stata possibile grazie al Dr. Luciano Cariddi, Sindaco di Otranto, e al Comandante del Porto di Otranto, i quali, non solo hanno accettato ottimisticamente le loro richieste, ma hanno riservato le aree migliori alle persone meno fortunate.

 Stampa   
 COPOFILA Riduci

 Stampa   
 PARTNERS Riduci

 

 


 Stampa   
 COUNTER Riduci

 Stampa   
Copyright © 2010 Ass. volontariato ProCiv “LA TORRE” - Powered "GRUPPO PROJECT" projectpuglia.it   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation